Come le app di Facebook e Messenger prosciugano la batteria del tuo telefono

Le app Facebook e Facebook Messenger per i dispositivi iOS e Android c onsumano molta batteria. Oltre alle numerose lamentele di persone in tutto il mondo, le autorità e gli analisti hanno testato e trovato che entrambi sono divoratori di batterie anche quando non sono in uso. Se stai pensando di usare un’app per risparmiare batteria e aumentare le prestazioni per risolvere questo problema, potrebbe non funzionare, e molto probabilmente non lo farà. Quindi cosa puoi fare? Quindi cosa si pụ fare?

Come Facebook usa la CPU e la batteria

Lo scarico anomalo della batteria e la penalizzazione delle prestazioni non si verificano soprattutto durante l’utilizzo delle applicazioni, ma quando sono inattive e si suppone che lo siano. Facebook ha riconosciuto questo problema e lo ha già parzialmente risolto, solo che la soluzione non sembra essere soddisfacente. Infatti, Ari Grant di FB ha offerto due ragioni per il problema: una rotazione della CPU e una cattiva gestione delle sessioni audio. La rotazione della CPU è un meccanismo relativamente complesso. La CPU è il microprocessore del tuo smartphone, e serve (esegue) i thread, che sono compiti che devono essere eseguiti da programmi o applicazioni in esecuzione. La CPU deve servire diverse applicazioni o thread in un modo che sembra essere simultaneo per l’utente (che è in realtà il principio alla base dei dispositivi multitasking – quelli che possono eseguire diversi programmi allo stesso tempo), ma in realtà, comporta il servizio di un’applicazione o thread alla volta per un piccolo periodo di tempo facendo a turno con i thread. Un thread spesso deve aspettare che accada qualcosa prima di avere il diritto di essere servito dalla CPU, come un input dell’utente (come una lettera digitata sulla tastiera) o alcuni dati che entrano nel sistema. Il thread dell’applicazione Facebook rimane in questo stato di “attesa occupato” per molto tempo (molto probabilmente in attesa di un evento relativo alla notifica push ), come fanno molte altre applicazioni, ma continua anche a interrogare e interrogare questo evento costantemente, il che lo rende in qualche modo attivo senza fare effettivamente nulla di utile. Questo è un giro della CPU, che consuma la batteria e altre risorse che influenzano le prestazioni e la durata della batteria.

Multimedia è un abusatore della batteria

Il secondo problema si verifica dopo la riproduzione multimediale su Facebook o impegnarsi in una comunicazione che coinvolge l’audio, dove la cattiva gestione dell’audio provoca lo scarico. Dopo aver chiuso il video o la chiamata, il meccanismo audio rimane aperto, che fa ś che l’applicazione continui a utilizzare la stessa quantità di risorse, compreso il tempo della CPU e il succo della batteria, in background. Tuttavia, non emette alcuna uscita audio, e non si sente alcun audio, quindi nessuno si accorge di nulla. Sulla scia di questo, Facebook ha annunciato aggiornamenti alle sue applicazioni con correzioni parziali per questi problemi. Quindi la prima cosa da provare è aggiornare le applicazioni Facebook e Messengers di . Ma ad oggi, le prestazioni e le metriche, insieme alle esperienze condivise dagli utenti, indicano che il problema è ancora presente. Si sospetta che ci siano altri problemi legati all’applicazione in esecuzione in background. Come l’audio, altri parametri potrebbero essere stati gestiti male. Il sistema operativo del tuo telefono ha dei servizi (software di sistema in background) in esecuzione che agiscono come abilitatori per le applicazioni che usi. Pụ essere che la gestione inefficiente dell’applicazione Facebook causi anche inefficienze con quelle altre applicazioni. In questo modo, la metrica delle prestazioni e della batteria non mostrerà tutto il consumo anomalo da Facebook da solo, ma lo condividerà con quelle altre applicazioni. In breve, l’app Facebook, come fonte del problema, potrebbe propagare l’inefficienza ad altre app ausiliarie nel sistema causando un’inefficienza generale e un consumo anomalo della batteria.

Cosa puoi fare

Come detto sopra, puoi mantenere aggiornate le tue app Facebook e Messenger , sperando che la soluzione parziale proposta da FB funzioni per te. Un’opzione molto migliore, dal punto di vista delle prestazioni, è quella di disinstallare direttamente le app Facebook e Messenger e utilizzare il browser per accedere al vostro account Facebook, che funzionerà proprio come sul vostro computer. Certo, non avrà la finezza dell’app, per la quale è fatta, ma sei sicuro di risparmiare almeno un quinto della tua batteria. Inoltre, potreste considerare di usare un browser più leggero per questo, uno che usi meno risorse possibili, e rimanere connessi ad esso. Un esempio, tra gli altri, è Opera Mini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su