Differenze tra custodia condivisa e custodia singola

La separazione o il divorzio delle coppie con figli comporta un'aggiunta ai possibili conflitti che si trovano ad affrontare la questione della rottura del matrimonio, soprattutto con il modo in cui da quel momento in poi si regoleranno i rapporti genitore-figlio. Salvo casi molto specifici, la potestà genitoriale è generalmente condivisa da entrambi i genitori. Tuttavia, è la questione dell'affidamento dei figli che può causare più problemi. Su questo sito web .com spieghiamo le differenze tra affidamento condiviso e affidamento di un genitore single .

Potrebbe interessarti anche: Cos'è l'indice di custodia congiunta

  1. Autorità genitoriale
  2. Guardia e custodia
  3. affidamento di un solo genitore
  4. Affidamento condiviso

Autorità genitoriale

Per capire cos'è la tutela e l'affidamento, dobbiamo saperla differenziare dalla potestà genitoriale. Quest'ultimo è il compendio dei doveri e dei diritti che i genitori devono avere sui figli minori e non emancipati . Si tratta, insomma, di esercitare la genitorialità, con tutto ciò che essa comporta, affinché i figli siano ben custoditi, protetti e accuditi in tutti gli aspetti.

Come regola generale, la potestà genitoriale è concessa a entrambi i genitori e si perde solo se:

  • Morte di uno o entrambi i genitori
  • Quando il figlio raggiunge la maggiore età o quando, pur essendo minorenne, viene dichiarato emancipato
  • Essere dati in adozione ad altre persone
  • Per sentenza del tribunale

Guardia e custodia

La tutela e l'affidamento, in senso stretto, è in realtà il diritto a vivere fisicamente con il bambino . Tradizionalmente, la tutela e la custodia erano state concesse principalmente alla madre. Tuttavia, negli ultimi figli e adducendo un maggior beneficio per i figli, si impone l'ostentazione della guardia e l'affidamento condiviso.

In sostanza, queste sono le tipologie di tutela e affidamento che esistono: genitore single , concesso ad uno solo dei genitori (tradizionalmente alla madre); condivisa , in cui entrambi i genitori hanno il diritto di vivere con i propri figli; partenza , quando la custodia di alcuni figli ricade su un genitore e quella di altri figli sull'altro genitore.

affidamento di un solo genitore

Come abbiamo già chiarito, l'affidamento monoparentale è quello che spetta a uno solo dei genitori , l'altro ha il diritto di stabilire un regime di visita affinché possa trascorrere del tempo con i propri figli. Parimenti, ti sarà concesso, come regola generale, anche il diritto di vivere con i tuoi figli nei fine settimana alterni e anche durante una certa parte dei periodi di vacanza.

La persona che esercita l' affidamento monoparentale avrà il compito di vigilare e decidere sulle questioni quotidiane dei figli.

Affidamento condiviso

Da qualche anno, seppur lentamente, viene imposta la concessione dell'affidamento congiunto. In questo caso, entrambi i genitori condividono il diritto di vivere con i propri figli. Lo faranno alternativamente per periodi di tempo che il giudice stabilirà e che possono essere settimane, mesi, anche anni.

Durante tale periodo, il genitore che non ha il momento dell'affidamento avrà diritto anche al suo regime di visita. Il genitore che vive in ogni momento sarà incaricato di decidere sui problemi quotidiani dei piccoli, portarli a scuola, vestirli, dar loro da mangiare, fornire loro assistenza medica e riparo.

In ogni caso, sarà anche l'autorità giudiziaria a decidere se i figli gireranno a casa o se saranno i genitori a trasferirsi, in alternativa, presso l'abitazione dichiarata.

In questo sito ti diciamo quali sono le tipologie di affidamento condiviso.

Se desideri leggere altri articoli simili a Differenze tra affidamento congiunto e affidamento di un genitore single , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Legal.

Torna su