È giusto dire di più comunque? – regole, esempi e sinonimi

L'uso dell'espressione "ma comunque" è corretto secondo la Royal Spanish Academy (RAE) perché è considerato enfatico. Tuttavia, è comune che alcune persone si oppongano al suo utilizzo perché lo considerano ridondante, poiché la congiunzione "più" e la frase avverbiale "comunque" possono, a seconda del contesto, funzionare come sinonimi di "ma". Se entrambe le espressioni significano la stessa cosa, è normale pensare che combinarle sia ripetitivo, ma la RAE ne accetta l'uso quando si vuole sottolinearne il significato.

In questa occasione, in OneHOWTO risolveremo i dubbi che circondano questa frase e ti diremo se è corretto dire «più però» , così come altre espressioni simili come «senza in cambio», «più senza in cambio» o «più in cambio». Continua a leggere e chiarisci i tuoi dubbi una volta per tutte!

Potrebbe interessarti anche: Come scrivere comunque o comunque Indice

  1. "ma nondimeno" è ben detto? – la risposta
  2. Puoi dire "ma nonostante tutto"?
  3. Sinonimi di «ma tuttavia»

"ma nondimeno" è ben detto? – la risposta

Anche se a molti può non sembrare così, l'espressione "ma nonostante ciò" è corretta , in quanto accettata dalla RAE. Tuttavia, la RAE ne ammette l'uso solo nei casi in cui cerca di sottolineare la sua funzione contraddittoria, come ad esempio: «Non mi credevano, ma ciononostante ho detto la verità» oppure «Talvolta ho voluto andarmene, ma ciononostante sono ancora lì». In entrambi i casi, l'obiettivo è dare maggiore importanza e risalto alla seconda metà della frase.

Questo uso di "ma comunque" è, tuttavia, più comune nel linguaggio orale, poiché è considerato ridondante e non necessario nella maggior parte dei casi. Sia «di più» che «però» significano praticamente la stessa cosa, quindi, stilisticamente parlando, il loro uso nella lingua non è raccomandato .

Analizziamo grammaticalmente l'espressione "più comunque":

  • «Mas», senza accento, è una congiunzione avversativa, il che significa che è usata per contrapporre due o più concetti. Un buon esempio potrebbe essere: "è inverno, ma fa caldo".
  • Da parte sua, "comunque" è una frase avverbiale. Le frasi sono espressioni di due o più parole che, insieme, ottengono un unico significato. Come "d'altra parte", "al contrario", "ora" e "comunque", la frase "comunque" è controargomentativa, quindi può sostituire congiunzioni come "ma" o "di più".

In molti casi, sia "però" che "più" svolgono la stessa funzione nella frase, motivo per cui dire "ma comunque" è considerato ridondante. Tuttavia, per lo stesso motivo, insieme possono assumere una funzione di enfatizzazione.

Esistono esempi più chiari di questo tipo di ridondanza, che non sono accettati dalla RAE. In questo modo, se torniamo alla frase precedente "è inverno, ma fa caldo", e sostituiamo la congiunzione avversativa con un'altra, il significato rimane praticamente lo stesso:

  • "E' inverno, ma fa caldo."
  • "E' inverno, però, fa caldo."

Ma, se aggiungiamo una seconda congiunzione avversativa a queste stesse frasi, la ridondanza è chiara:

  • "E' inverno, ma fa caldo."

Ci sono licenziamenti ancora più gravi. In alcuni casi vengono utilizzate fino a tre forme equivalenti consecutive: una doppia congiunzione avverbiale con una frase avverbiale. Un chiaro esempio è l'espressione «più senza in cambio». L'errore viene dal pensare che il "senza" di "comunque" sia l'opposto di "più" (congiunzione), quando è realmente integrato nella frase, senza significato autonomo. Per aggravare la confusione, suonano anche allo stesso modo ("tuttavia", "senza invece"). La somiglianza fonologica dà origine a una ridondanza grammaticale più grave.

“Ma nonostante tutto”: un pleonasmo

"Più comunque" e "ma invece" sono espressioni accettate, ma considerate pleonasmi. Spieghiamo perché:

Il pleonasmo è una figura retorica obsoleta in cui si usano parole ridondanti in un'unica frase che non aggiungono nulla al significato della frase. In generale, i pleonasmi sono usati in letteratura per dare più bellezza o maggiore espressività e intensità a una frase. Alcuni pleonasmi sono: esci!, entra dentro!, sali!, scendi!, ecc. Le espressioni "più comunque" e "ma invece" sono chiari esempi di pleonasmo.

Puoi dire "ma nonostante tutto"?

La risposta breve è che, secondo la RAE, sì, puoi . In ogni caso, "ma nondimeno" è un altro caso di ridondanza simile a quello di "ma nondimeno". Anche se si può dire, il suo uso è generalmente considerato poco elegante, come affermato da organizzazioni come Fundéu [1] .

Storicamente, le congiunzioni avverse sono state utilizzate più nella lingua parlata, poiché sono più dirette, mentre le frasi avverbiali sono state utilizzate preferibilmente nella lingua scritta come figura retorica. Nel tempo, entrambi si sono scambiati, il loro uso si è diffuso e, alla fine, sono stati mescolati come un modo non colto di enfatizzare.

Se hai altre domande come queste, ti invitiamo a visitare la nostra sezione istruzione su OneHOWTO, dove sveliamo alcune delle domande più comuni sulla lingua, come ad esempio:

  • Come scrivere Ho iniziato o ho iniziato
  • Come utilizzare il prefisso pre
  • Qual è la differenza tra consiglio e consiglio
  • Qual è la differenza tra torrente e torrente

Sinonimi di «ma tuttavia»

Anche se lo abbiamo già visto con un esempio, vediamo altri sinonimi di «più però» per capire il significato e l'uso corretto di «più», «ma», «comunque» , «senza invece» , «ma comunque» ecc . Queste sono espressioni corrette:

  • " Non gli piaceva, ma se lo mangiava" .
  • "Non gli piaceva, ma se lo mangiava".
  • "Non gli è piaciuto, però, l'ha mangiato."
  • "Non gli piaceva, ma lo mangiava comunque."

Se desideri leggere altri articoli simili a È giusto dire di più però? , ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Formazione.

Riferimenti

  1. Fondo BBVA (2017). Senza titolo. Pubblicato da Fundeu BBVA. Disponibile su: https://www.fundeu.es/consulta/expresion-correcta-o-incorrecta-6/. Accesso 11 dicembre 2019.

Bibliografia

  • Accademia reale spagnola (2009). Nuova grammatica della lingua spagnola . Pubblicato dalla Royal Spanish Academy. Disponibile su: http://aplica.rae.es/grweb/cgi-bin/buscar.cgi. Accesso 11 dicembre 2019.
Torna su