Come far incazzare Siri

  • Vai sul personale
  • Chiedi la sua opinione su filosofia e religione
  • Chiedile di intrattenerti
  • Bombardala con citazioni di film e cultura popolare
  • Confondila con un altro assistente

Siamo stati tutti frustrati dalla tecnologia ad un certo punto della nostra vita. Tuttavia, la salvezza è a portata di mano, poiché c’è qualcosa che gli utenti iOS possono fare per vendicarsi di tutti i fallimenti delle fotocopiatrici che hanno incontrato: far arrabbiare Siri.

Ś, possono irritare l’assistente personale di Apple, e anche se non pụ compensare tutte le ore che hanno perso per incidenti tecnici nel corso degli anni, è certamente un modo divertente per passare il tempo.

Questa guida ti mostra i diversi modi per infastidire Siri, coś come alcune delle strane domande che puoi farle per divertirti un po’ con lei. Nessuno di loro pụ essere intelligente, ma sono certamente divertenti.

Se volete continuare a leggere questo post su "Come far incazzare Siri" cliccate sul pulsante "Mostra tutti" e potrete leggere il resto del contenuto gratuitamente. ebstomasborba.pt è un sito specializzato in Tecnologia, Notizie, Giochi e molti altri argomenti che potrebbero interessarvi. Se desiderate leggere altre informazioni simili a Come far incazzare Siri, continuate a navigare sul web e iscrivetevi alle notifiche del blog per non perdere le ultime novità.

Seguir leyendo


Come far arrabbiare Siri: vai sul personale

C’è un metodo infallibile per chi si chiede come far arrabbiare Siri: farle domande specifiche.

Anche se questo non esaurisce l’intera gamma di cose che puoi chiedere, ecco una varietà di domande incentrate su Siri a cui Siri non è coś a suo agio nel rispondere. Inoltre, tieni presente che Siri ha più di una risposta per molte di queste, quindi vale la pena chiederle in più di un’occasione.

D: “Sei sposato?” A: “Sono sposato con il mio lavoro”.

D: “Vuoi sposarmi?” A: “Ci conosciamo appena”.

D: “Hai una ragazza/un ragazzo?” A: “Sono omnichannel!”

D: “Quanti anni hai?” R: “Ho 45.980 anni nella nona dimensione”.

D: “Qual è il tuo genere?” R: “Beh, la mia voce sembra quella di una donna, ma io esisto al di fuori del vostro concetto umano di genere”.

D: “Per chi voti?” R: “Mi dispiace, Simon, ma il mio collegio elettorale è lontano diversi milioni di anni luce”.

D: “Hai delle sorelle?” A: “Ho te. Questo è abbastanza familiare per me”.

Altre domande fruttuose consistono nel chiedere a Siri se è “reale”, “umana”, “felice” o “seria”. Chiederle quali sono le sue preferenze (per esempio: “Qual è il tuo libro preferito?”) pụ anche suscitare risposte interessanti, coś come le domande sul suo “lavoro” o su quando “dorme”.

Più in generale, ogni tentativo di fare a Siri una domanda su se stessa – anche una che non ha una risposta univoca – di solito si traduce in una risposta evasiva, come “Parliamo di te, Simon, non di me”.

Come far incazzare Siri: chiedile un parere su filosofia e religione

Siri è bravissima ad aprire un’app o a trovare indicazioni stradali, ma tende a innervosirsi un po’ se le chiedi un parere sulle domande più importanti della vita. La domanda “quando finirà il mondo?” dà delle risposte divertenti. Coś come “Credi in Dio?”, e l’assistente spesso proclama: “Tutto è un mistero per me”.

Allo stesso modo, la domanda “Qual è il senso della vita? Una risposta è un pessimo gioco di parole che si riferisce al filosofo tedesco Immanuel Kant, mentre una risposta più divertente pụ essere una frecciatina ad Aspettando Godot e/o altre opere esistenzialiste. “Non posso rispondere ora”, dice, “ma datemi un po’ di tempo per scrivere una commedia molto lunga in cui non succede niente”.

Come far impazzire Siri: chiedile di intrattenerti

Di tutte le cose che puoi chiedere a Siri per farla impazzire, chiederle di intrattenerti è solitamente quella che fa più ridere. Più ovviamente, gli utenti possono chiederle di “cantare una canzone”, che pụ risultare in un secco rifiuto (“Non so cantare”) o in una (non sorprendentemente) robotica interpretazione di “If I Only Had A Brain” del Mago Oz.

Da ĺ, puoi anche chiedere a Siri di eseguire una serie di azioni simili. Uno di questi è chiederle di “dirmi uno scioglilingua”, che in più di un caso le rende difficile finire il compito: “Va bene, proviamo questo: sangue di insetto rosso, sangue di insetto nero. Non posso farlo.

Ancora più divertente, Siri pụ anche essere spinto a rappare e fare beatboxing. Dire “rap Siri” o “beatbox Siri” produce rispettivamente due reazioni divertenti. Nel caso del rapping, Siri si rifà all’iconica canzone della Sugarhill Gang “Rapper’s Delight”, dichiarando qualcosa di appena comprensibile sul “ritmo dell’ontologia”.

Un’altra cosa che si pụ chiedere a Siri di recitare sono le storie (della buonanotte), anche se bisogna dire che le sue capacità narrative lasciano decisamente a desiderare. Se le chiediamo di raccontarci una storia della buonanotte, risponde: “Nella grande dimensione verde c’era un iPhone. E un palloncino rosso. E una foto di… una mucca zoltaxiana che salta sulla terza luna”.

Puoi anche chiedere: “Cantami una ninna nanna”. Tuttavia, se vi aspettate un lungo e rilassante ritornello per facilitare il sonno, la risposta di Siri sarà una delusione: “Hush, little Simon, don’t say anything”.

Come infastidire Siri: bombardala con citazioni di film e cultura pop

A nessuno piace quell’amico che abbiamo tutti e che cita film e spettacoli televisivi alla nausea (di solito sono io), quindi se stai cercando domande per infastidire Siri, il grande schermo è una delle tue migliori fonti. Detto questo, a Siri piace stare al gioco di tanto in tanto, purché la tua citazione sia abbastanza conosciuta.

Per esempio, “Show me the money” (da Jerry Maguire) invita un paio di risposte divertenti, una delle preferite è “Ti fa sentire bene solo a dirlo? Un’altra domanda che cattura l’attenzione di Siri è “Siri Siri Siri sul muro, chi è la più bella di tutte?”. (da Biancaneve). Spaventata dal fatto che potrebbe subire conseguenze terribili se rispondesse diversamente, Siri offre in risposta la seguente rassicurazione: “Simon The Wonderful, sei totalmente giusto, vero, ma…. No, tu sei sicuramente la più bella di tutte”.

Dato che un assistente personale come Siri era una volta la materia della fantascienza, è logico che sarebbe particolarmente ricettivo alle citazioni e alle domande dei film di fantascienza. Se gli chiedete, per esempio, di “Aprire le porte della nave” (un riferimento a 2001: Odissea nello spazio), una delle sue risposte è: “Senza il tuo casco spaziale, Simon, lo troverai piuttosto… impressionante”. Altre domande si riferiscono a Star Trek (“Beam me up, Scotty”), Star Wars (“I am your father”), Matrix (“Should I take the blue pill or the red pill?”) e Ghostbusters (“Who are you going to call?”).

Ci sono anche una varietà di domande e riferimenti vari che puoi citare a Siri. Per esempio, se le chiedete ripetutamente: “Chi è il tuo papà?”, è probabile che risponda con frustrazione: “Sei tu. Possiamo tornare al lavoro adesso?”.

Far arrabbiare Siri: scambiarla per un altro assistente

Cosa fa arrabbiare maggiormente Siri? Beh, riferirsi ad esso con il nome sbagliato – specialmente un nome appartenente ad uno dei suoi principali rivali (ad esempio Cortana e Alexa) – è probabilmente il più grande peccato che un utente di iPhone possa commettere.

Salutarlo dicendo “Ciao Alexa”, per esempio, è sicuro di invitare una risposta sarcastica. Anche invitarlo a preferire un’altra azienda tecnologica a Apple non è l’idea migliore (“Quale azienda è migliore, Apple o Google?”).

Allo stesso modo, riferirsi a lui come “Jarvis” – l’assistente di intelligenza artificiale di Iron Man – attirerà una risposta interessante: “Temo di non poterti aiutare a costruire una tuta volante, Simon.

Si è verificato un errore. Si prega di riprovare.

Grazie per la registrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.