La tua landing page è efficace? Ecco i numeri per scoprirlo

I benchmark, o parametri di riferimento, sono delle piccole ancore di salvezza per i marketer.

Sono estremamente utili soprattutto se approcci per la prima volta ad una strategia di marketing, o ad un settore di mercato, e vuoi capire se quello che stai raccogliendo con le tue landing page è in linea con le performance degli altri marketer.

Importante:  non intepretare i benchmark come verità assoluta. Ricordati che si tratta di medie che non tengono conto delle peculiarità di settore, dell’offerta, della stagionalità, e di tanti altri parametri che possono influenzare sensibilmente le performance della tua landing.

Nonostante ciò le ritengo uno strumento molto utile per avere una misura dell’efficacia di una landing page soprattutto quando non puoi attingere ai dati storici di campagne passate.

Conversioni e numero di link

Il coefficiente di conversione (conversion rate, da qui abbreviato con CR) di una landing page è il rapporto tra il totale dei moduli compilati dagli utenti sulle visualizzazioni totali che ha ricevuto.

È senz’altro il primo indice da incrementare per rendere efficace ed economica la tua campagna di lead generation.

Proprio a tal proposito, considera che esiste una forte correlazione tra il numero di call-to-action/link che ha la tua landing page e il CR:

  • 1 link –> CR = 13,5% 🔝
  • 2-4 link –> CR = 11,9%
  • +5 link –> CR = 10,5%

Consiglio: riduci le call-to-action o i link al minimo concentrandoti sul far fare all’utente una sola azione.

I tuoi clienti soddisfatti sono una risorsa

Robert Cialdini, nel suo libro “Le armi della persuasione”, ci rivela quanto sia potente la riprova sociale come strumento per convincere le persone a compiere un’azione.

Per questo motivo, nelle landing page più performanti, non mancano mai le testimonianze dei clienti contenti.

L’impatto sul CR, come puoi vedere, non è trascurabile:

  • Landing con riprova sociale: 12,5% 🔝
  • Landing senza riprova sociale: 11,4%

Da dove vengono gli utenti che convertono di più?

Ogni canale di acquisizione del traffico ha le sue peculiarità portando utenti con propensioni “all’azione” diversi.

Supponiamo che la tua campagna di lead generation sia stata distribuita su diversi canali web: sui social, tramite campagne a pagamento (sia sui social che su Google), con un buon posizionamento organico nei motori di ricerca e via email.

Ecco come varia il CR in base alla fonte del traffico:

  • Campagne a pagamento: 10,7%
  • Traffico organico da motori di ricerca: 11,2%
  • Social: 11,4%
  • Traffico da ricerca diretta: 11,8%
  • Email: 13% 🔝

Come puoi vedere dai numeri, l’email marketing è il canale con cui portare il miglior traffico nella tua landing page. Sfruttalo appieno!

Rendi perfetta la landing page anche per smartphone e tablet

Una landing page ottimizzata per tutti i dispositivi mobili è più facile che converta. Ecco i dati alla mano:

  • Landing page ottimizzata per smartphone e tablet: CR = 11,7% 🔝
  • Landing page ottimizzata solo per desktop: CR = 10,7%

Lunghezza: “less is better!”

Le landing page più coincise mostrano performance nettamente superiori, in tutti i settori di mercato: quelle composte da 100 parole possono convertire anche il 50% in più di quelle con più di 500 parole.

Fonte: Inbound.org

 

Conclusione

  • Se la tua landing page converte tra l’11-13% del traffico in form compilati, puoi concludere che le performance che sta generando sono nella media;
  • Se ciò che stai raccogliendo è nettamente al di sotto di queste percentuali, ecco quali manovre correttive puoi adottare:
    • diminuisci il numero di call-to-action/link;
    • aggiungi le testimonianze dei tuoi clienti più felici;
    • concentrati sul portare più traffico da canali che convertono di più (email);
    • sintetizza il testo;
    • migliora la versione mobile;

Fonte dei dati: Unbounce, “The Data Behind Landing Page Trends in 2018”.

Mauro
Blogger da quando avevo 15 anni, oggi Web Marketer appassionato. Sono curioso come una scimmia, e soffro di due forti dipendenze: la musica e la pizza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.