Notegraphy

Notegraphy: come funziona e perché è (troppo) divertente

Prendi un pensiero, dagli una grafica curata e accattivante e il gioco è fatto.

Ci gioco da un mesetto, ed è già dipendenza. Con Notegraphy in meno di 5 minuti puoi rendere un una frase, uno slogan, un pensiero graficamente accattivante, e condividerlo facilmente su tutti i canali social.

Come funziona? E per cosa lo puoi utilizzare? Te lo spiego nelle prossime righe.

L’instagram delle parole


L’interfaccia di editing è molto intuitiva, spiegarvela è un insulto alla vostra intelligenza.

Alcuni l’hanno chiamato “L’Instagram delle Parole”. Le analogie con il social, in effetti, sono molte.

Innanzitutto il layout: 612×612 pixel, proprio come Instagram.

Il contenuto principale, anziché essere l’immagine, sono le parole. Dai pensieri, agli aforismi, passando per gli slogan: qualsiasi cosa ti salta in mente (e che, per carità, abbia una logica) è perfetta per essere creata con Notegraphy.

I filtri di Instagram in Notegraphy sono “style”, che puoi usare per dare risalto ai tuoi copy. 62 layout da scegliere: impossibile non trovare quello giusto.

Condivisione social: Notegraphy ti permette di distribuire la tua nota su Facebook (profilo personale e pagina), Twitter, Tumblr, Evernote o semplicemente tenerlo nella tua gallery privata.

Stream: anche Notegraphy ha il suo stream e funziona esattamente come quello di Instagram. Segui gli hashtag preferiti, i tuoi amici, o i profili che ti inspirano di più. Interessante: le interazioni che gli utenti possono avere con le creatività sono complesse. Mentre su Instagram potrai commentare o mettere il “like”, su Notegraphy potrai ringraziare l’autore per:

[mks_col][mks_two_thirds]
  • averti fatto sorridere (Smile)
  • averti ispirato (Inspiration)
  • averti fatto ridere (Laugh)
  • averti regalato una storia (Story)
  • per aveti fatto viaggiare con la mente (Mindtrip – il mio preferito)
  • per averti aiutato (Help)
  • per aver riscoperto dei sentimenti (Feelings)
[/mks_two_thirds][mks_one_third]

notegraphy interazioni

[/mks_one_third][/mks_col]

Come usare notegraphy

Notegraphy è facile, veloce ed intuitivo: se hai qualcosa da dire, in pochi minuti, puoi dargli una sostanza grafica piacevole e distribuirla nei social.

Nonostante al momento ci stia solo giocando, l’ho immaginata come risorsa per blogger e social media… e devo dire che, almeno dal mio punto di vista, può essere interessante valutarla.

Per arricchire i tuoi  blog post

Tra le regole auree del blog post perfetto c’è quella di far respirare il lettore con qualche immagine o grafica (una regola che non rispetto spesso nel mio blog perché… “insomma almeno nel mio posso fare come mi pare?”).

Notegraphy può aiutarti in questo: ad esempio potrai realizzare una “nota” stilizzando un estratto del tuo articolo che sia d’impatto.

Ancora poco chiaro? Ecco un articolo in cui l’ho usato.

notegraphy blog

Per curare la tua pagina social

Prima che tutti i social media manager mi sputino in faccia, fatemi chiarire: Notegraphy è uno strumento, per i professionisti del marketing, molto limitato, questo è chiaro.

Un SMM degno di essere chiamato tale (e sapete bene che non stiamo parlando di un numero enorme, ahimé) ha conoscenze di design che gli consentono di utilizzare strumenti di livello ben più elevato.

Ma per chi non ha le competenze, Notegraphy potrebbe permettergli di:

    • dare una grafica (sicuramente) piacevole ai propri annunci
    • risparmiare una considerevole quantità di tempo
    • salvare la timeline di Facebook da creatività orripilanti

Ecco qualche esempio concreto.

1. Annunciare un nuovo servizio

notegraphy nuovo servizio

2. Comunicare una promozione

notegraphy vineria

3. comunicare l’apertura di un nuovo shop

notegraphy nuovo shop

4. Pubblicizzare il nostro Irish PUb

irish-pub-notegraphy

Nell’usare Notegraphy hai un solo limite: la tua fantasia. Provala, giocaci un po’ e… fammi sapere che ne pensi!

Scarica Notegraphy per IOS >
Scarica Notegraphy per Android >

Mauro
Blogger da quando avevo 15 anni, oggi Web Marketer appassionato. Sono curioso come una scimmia, e soffro di due forti dipendenze: la musica e la pizza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.