Olred o QLED, quale scegliere?

Forget o QLED – quale scegliere? Scopri tutto quello che devi sapere per scegliere la migliore tecnologia per il tuo nuovo televisore. Avendo raggiunto un livello qualitativo molto alto, negli ultimi anni le aziende più influenti nella produzione di HDTV di ultima generazione sono state sempre più alla ricerca di nuove soluzioni per fidelizzare il maggior numero possibile di clienti. Queste soluzioni riguardano il marketing e gli aspetti competitivi e, soprattutto, si tratta di portare quante più innovazioni tecnologiche possibili per impressionare il consumatore finale. Stiamo parlando di prodotti e pannelli sempre più in rete che raggiungono definizioni che l’occhio umano pụ a malapena percepire. Al giorno d’oggi, i progressi tecnologici ci hanno portato ad avere schermi di notevole qualità che hanno spodestato dal mercato i famosi pannelli LCD che erano la massima espressione in termini di qualità dell’immagine che si poteva avere fino a qualche tempo fa. Le caratteristiche che hanno reso i pannelli LCD i prodotti dominanti sulla scena fino a poco tempo fa erano senza dubbio la praticità della loro implementazione nei televisori, la loro leggerezza e una qualità visiva che ha dato un nuovo modo di guardare la televisione, raggiungendo la definizione HD per la prima volta. Dopo molti anni di onorato servizio e nonostante la creazione di nuovi sistemi di intrattenimento legati esclusivamente alle connessioni Internet, gli schermi LCD sono ancora pannelli molto utilizzati, soprattutto nei televisori di fascia bassa e media. Le innovazioni tecnologiche attuate nel campo dei televisori hanno portato alla produzione dei famosi schermi OLED e QLED, portati sul mercato dai giganti LG e Samsung rispettivamente. Di seguito, esamineremo le caratteristiche principali di questi fantastici pannelli, evidenziando i loro punti di forza e di debolezza.

OLED

Quando sentiamo il termine OLED, tutti noi – o almeno la maggior parte degli appassionati di tecnologia – sappiamo che si riferisce ai pannelli che LG Electronics ha introdotto sul mercato con risoluzione 4K Ultra HD. Ma cos’è nello specifico un display OLED, e cosa lo differenzia dalla precedente tecnologia LCD (che è ancora ampiamente utilizzata) al punto che è coś poco richiesto? Un pannello OLED, che sta per Organic Led, è un display che genera direttamente la luce di varie tonalità e colori utilizzando la tecnologia LED. In poche parole, un LED è un diodo che genera luce attraverso il passaggio di corrente. Grazie alla tecnologia attuale, oggi è possibile ottenere un componente elettronico con tre diodi che, insieme, generano la gamma cromatica fondamentale del rosso, blu e verde, generando milioni di colori. Totalmente diverso dal classico LCD, che polarizza la luce proiettata da una fonte esterna facendola passare attraverso i cristalli liquidi.

Scopri i migliori televisori OLED.

Uno schermo OLED è chiamato organico perché il pannello è composto da sottili strati di polimeri organici con un alto contenuto di carbonio, che lo rende molto flessibile ma allo stesso tempo resistente. Ma per il consumatore comune, quali sono le informazioni da sapere e le caratteristiche principali da considerare prima di comprare un pannello OLED invece di uno LCD? Ovviamente, entrambe le soluzioni mirano ad ottenere la massima qualità possibile con metodi e tecnologie diverse, come la nitidezza dell’immagine con colori ben definiti e naturali. Rispetto a un display OLED, gli LCD sono più spessi, poiché è essenziale installare un display LED che emette luce attraverso i cristalli liquidi, chiamato retroilluminazione. I pannelli OLED hanno anche una maggiore flessibilità e resistenza, permettendo loro di essere utilizzati in diverse forme, oltre alla classica forma rettangolare, che li rende la scelta preferita di molti produttori di smartphone, come abbiamo già visto in alcuni dispositivi con la famosa etichetta Borderless, per dare un aspetto attraente con bordi arrotondati. Possono essere creati in fogli molto sottili e molto flessibili, avendo un’ottima saturazione dei colori con un forte contrasto e, ultimo ma non meno importante, un angolo di visione che pụ raggiungere i novanta gradi, garantendo coś un’ottima visione in tutte le circostanze. I pannelli LCD sono ancora preferiti ai pannelli OLED grazie a un costo di produzione che attualmente è ancora inferiore ai nuovi pannelli OLED, oltre a raggiungere una maggiore luminosità dell’immagine e una maggiore durata.

QLED

Anche se il nome potrebbe suggerire che la tecnologia dei pannelli Qled non è molto diversa dalla tecnologia OLED, non è affatto coś. La tecnologia QLED (acronimo di quantum led, ndr), che non ha nulla a che fare con la meccanica quantistica e simili, è semplicemente un’evoluzione della ben nota tecnologia LCD, ed è totalmente diversa dalla tecnologia OLED, quindi è utile paragonare le due o è meglio OLED o QLED? Il termine QLED ha sostituito il termine SUHD, che non ha avuto molto successo nelle prime fasi, quindi una pura strategia di marketing ha reso chiaro che la parola QLED sarebbe stata più efficace. La differenza più significativa è che QLED utilizza un filtro di colore, cioè una retroilluminazione a LED, che si chiama Quantum Dot e si trova nella parte anteriore. Ne consegue immediatamente che i display QLED sono necessariamente più spessi dei pannelli OLED. A seconda delle nostre esigenze specifiche, possiamo scegliere il pannello più adatto. Scopri i migliori televisori QLED. La tecnologia QLED, come i pannelli LCD, è più luminosa dell’OLED, ma se vogliamo colori e dettagli più nitidi e la più alta qualità visiva attualmente disponibile, dobbiamo andare per l’OLED, anche se i prezzi sono ancora molto più alti. Se si cerca un televisore grande, oltre i 55 pollici, i prezzi tendono a livellarsi e in queste condizioni è facile optare per un pannello OLED. Altrimenti, non sbaglierete comprando un pannello con tecnologia QLED, che ha ancora un eccellente rapporto prezzo/prestazioni a suo favore, coś come una notevole qualità dell’immagine che è difficile da distinguere per un occhio non particolarmente attento ai dettagli. Forse in futuro, grazie alla maggiore produzione di pannelli OLED, diventeranno lo standard per i display, ottenendo il massimo dalla tecnologia di oggi, con prezzi che diventano accessibili alla maggior parte degli utenti.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.

Ir arriba