Quali sono i metodi contraccettivi ormonali

Quando vogliamo fare sesso con il nostro partner senza il rischio di una gravidanza, è molto comune pensare alle varie opzioni che abbiamo oggi per ottenerlo. Tra i più apprezzati per la loro comodità e perché ci consentono il contatto diretto, a differenza dei preservativi, troviamo contraccettivi che contengono ormoni.

Nello specifico, ne esistono due tipi principali, quelli che contengono solo progesterone e quelli che lo contengono combinato con estrogeni. Pertanto, è possibile inibire l'ovulazione e produrre alcuni cambiamenti temporanei nell'utero per evitare che si verifichi una gravidanza indesiderata.

Se sei interessato a sapere quali sono i metodi contraccettivi ormonali , continua a leggere questo articolo di OneHOWTO e impara a conoscerli in modo da poter sapere quale si adatta meglio alle tue esigenze.

Potrebbe interessarti anche: Quali sono i metodi contraccettivi non ormonali Indice

  1. Come funzionano i contraccettivi ormonali?
  2. Pillole e minipillole
  3. La toppa
  4. cerchio o anello
  5. impianti contraccettivi
  6. Iniezioni a lunga durata d'azione
  7. sistema intrauterino
  8. Contraccezione ormonale d'emergenza

Come funzionano i contraccettivi ormonali?

Questi tipi di sistemi per prevenire la gravidanza in modo confortevole e sicuro contengono ormoni femminili in diverse dosi. È molto importante non decidere da soli quale preferiamo utilizzare, poiché prima dobbiamo assicurarci di non essere allergici a nessuno dei componenti o di non avere alcun problema di salute con il quale il suo utilizzo non è raccomandato o che stiamo assumendo qualsiasi trattamento con il quale potrebbe avere qualche interazione che perde efficacia. Quindi, se vogliamo fare il passo di prenderli, è meglio che ne parliamo con il nostro ginecologo e che ci dicano quale potrebbe essere il migliore nel nostro caso.

Tra questi, troviamo che i più comuni sono le pillole, l'anello e il cerotto, ma ce ne sono anche altri che dovremmo sapere. Queste forme di protezione contro la gravidanza agiscono sul corpo femminile in tre possibili modi, a seconda che contengano solo progesterone o se lo associno ad estrogeni, oltre a tenere conto della quantità di ciascuno di essi. Pertanto, gli effetti di questi contraccettivi per raggiungere il loro obiettivo sono i seguenti:

  1. Impediscono alle ovaie di rilasciare l'uovo, rendendo impossibile la fecondazione.
  2. Addensano il muco della cervice, rendendo difficile per lo sperma entrare nella cavità uterina e raggiungere l'uovo.
  3. Modificano il rivestimento dell'utero o dell'endometrio rendendolo più sottile del necessario per l'impianto di un potenziale embrione, quindi evita che ciò accada.

Pillole e minipillole

Le pillole anticoncezionali , note anche come pillole, sono uno dei metodi orali più utilizzati al mondo e sono in circolazione e vengono utilizzate da più tempo. Normalmente è una combinazione dei due principali ormoni femminili sopra menzionati e le dosi sono sufficienti affinché, insieme alla consueta produzione di questi nel corpo femminile, venga impedita l'ovulazione, motivo per cui è considerato un anovulatore, e viene modificato la cavità uterina per evitare la comparsa di un possibile embrione.

Per iniziare ad assumerle, dobbiamo seguire le indicazioni del nostro ginecologo e decidere se vogliamo utilizzare le scatole da 21 compresse o le scatole che ne contengono 28. Nel caso delle prime, ci saranno 7 giorni di riposo prima di riprenderle e nel caso della seconda opzione non smette di prendere le pillole ma ce ne saranno 7 che non conterranno ormoni, poiché in quei giorni il corpo ha bisogno di riposare e deve arrivare il periodo.

L'efficacia di queste pillole, che non proteggono dalla trasmissione delle malattie sessualmente trasmissibili ma prevengono le gravidanze, è solitamente del 92% ma, se usate correttamente e assunte tutte alla stessa ora ogni giorno, la loro efficacia aumenta fino al 99%.

Nel caso della minipillola o della pillola progestinica , la grande differenza con le precedenti è che è composta solo da progesterone , il che la rende ideale per le donne che non possono assumere estrogeni e, soprattutto, rende difficile per lo sperma accedere all'utero e rende l'endometrio inadatto per l'impianto di un ovulo fecondato. Inoltre in questo caso non si effettuano pause perché contiene solo progesterone e la sua dose, se si interrompe l'assunzione dopo tre ore non ci sarà alcun effetto sull'organismo, quindi ci sarà il rischio di una gravidanza.

La toppa

Questo è un altro dei sistemi più utilizzati ed è una combinazione di questi due ormoni femminili. I cerotti devono essere utilizzati per tre settimane e una settimana di riposo, cambiando il cerotto ogni settimana.

Questi aderiscono molto bene alla pelle e non devono essere rimossi in nessun momento anche se facciamo la doccia o nuotiamo, se non per fare il cambio o riposare la settimana in cui dovrebbero comparire le mestruazioni. La sua efficienza è solitamente del 92%, ma se usata correttamente aumenta sempre al 99%.

Se cade da solo, la dose che viene rilasciata nel corpo continuerà a funzionare per un massimo di 48 ore. Ma è d'obbligo metterne uno nuovo prima che questi due giorni siano trascorsi per continuare a essere protetti, altrimenti sarà possibile rimanere incinta. Se non è possibile sostituirlo in questo lasso di tempo, sarà necessario utilizzare un altro sistema fino a quando non sarà possibile posizionare nuovamente una patch. Quindi, sarà necessario consultare il medico qual è il momento migliore del ciclo mestruale per reinserire questo dispositivo per prevenire una possibile gravidanza.

cerchio o anello

Questo contraccettivo è anche una combinazione di ormoni femminili ed è un anello flessibile che li contiene al suo interno e che, stando a diretto contatto con la vagina , rilascia gradualmente la dose necessaria per raggiungere il suo obiettivo.

È importante che se scegliamo di usarlo, il nostro medico ci spieghi come posizionarlo ogni mese, poiché viene portato in profondità nella vagina per tre settimane e uno si riposa, consentendo la comparsa delle mestruazioni.

Questo anello di circa 5 cm di diametro e 4 mm di spessore può essere posizionato dalla donna che lo indosserà, devi solo pulirti bene le mani e inserirlo nella vagina con le dita e fare lo stesso per rimuoverlo. La sua efficacia è del 99,7% e può rimanere fuori dalla vagina fino a 3 ore senza perdere il suo effetto.

impianti contraccettivi

È un impianto sottocutaneo delle dimensioni di un fiammifero che contiene la giusta quantità di progesterone in modo che gli spermatozoi abbiano difficoltà ad accedere all'utero, modificando il muco della cervice e dell'endometrio, oltre a impedire l'impianto di un uovo fertile.

Normalmente viene posizionato nel braccio e deve essere eseguito da un medico o un infermiere, proprio come rimuoverlo, inoltre non fa male poiché l'applicatore utilizzato porta una piccola dose di anestesia locale. È efficace per 3 anni consecutivi e quindi deve essere rimosso per posizionarne un altro o considerare l'utilizzo di un altro.

Iniezioni a lunga durata d'azione

Per continuare a spiegare i diversi modi per prevenire gravidanze indesiderate con questi sistemi, dobbiamo citare le iniezioni contraccettive, che contengono solo progestinico . Dovrebbero essere sempre somministrati da un infermiere o da un medico e di solito vengono posizionati sulle braccia o sui glutei. Ci sono due tipi, alcuni il cui effetto dura otto settimane e altri il cui effetto dura fino a dodici settimane. L'efficacia abituale di queste iniezioni va dal 97% al 99%.

Se questo modo di proteggersi da una gravidanza indesiderata viene utilizzato per molto tempo, di solito si verificano irregolarità nel ciclo mestruale, quindi è consigliabile consultare il medico in ogni caso.

sistema intrauterino

Questo dispositivo ha la forma di una "T" e deve essere posizionato dal ginecologo nell'utero. Rilascia progesterone per un massimo di cinque anni e impedisce il distacco degli ovuli, quindi è anovulatoria e gli spermatozoi vengono a contatto con essi.

Ogni volta che si avverte dolore o disagio durante il tempo di utilizzo, è molto importante rivolgersi nuovamente al ginecologo per vedere cosa sta succedendo, se è necessario posizionarlo meglio o se si deve scegliere un altro tipo di contraccettivo.

Contraccezione ormonale d'emergenza

È un sistema che viene utilizzato quando si sospetta che la forma di protezione normalmente utilizzata sia fallita. È anche conosciuta come la pillola del giorno dopo anche se ha un effetto fino a 72 ore dopo aver fatto sesso, ma è preferibile prenderla il prima possibile per assicurarne l'effetto.

Contiene un tipo di progestinico che ritarda il rilascio dell'uovo e impedisce al fecondato di impiantarsi nelle pareti dell'utero. Si trova principalmente in farmacia, attraverso il nostro solito ginecologo, nei centri di pianificazione familiare e di salute sessuale.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa sono i metodi contraccettivi ormonali , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Relazioni sentimentali.

Torna su