Quali sono i rami principali della biologia

La biologia è la scienza che studia gli esseri viventi . Tuttavia, come scienza, ha molteplici rami che mirano a studiare aspetti come l'evoluzione, la nutrizione, la morfogenesi, la riproduzione, ecc. Se sei interessato a saperne un po' di più, ti mostriamo quali sono le branche della biologia .

Potrebbe interessarti anche: Qual è il risultato del lavoro di un biologo Passi da seguire:

uno:

La biologia cellulare o citologia è la branca della biologia responsabile dello studio della struttura e della funzione delle cellule . Questa disciplina è responsabile della comprensione di quali sono le proprietà, le strutture e le funzioni, tra le altre, nonché la loro interazione con l'ambiente. Senza dubbio si tratta di un campo abbastanza ampio, che potrebbe essere studiato grazie alla realizzazione del microscopio ottico.

Due:

Allo stesso modo, la biologia molecolare è la disciplina preposta allo studio dei processi biologici a livello molecolare . La verità è che questo ramo condivide aspetti della Biologia ma anche della Chimica, in particolare della Genetica e della Biochimica. Si concentrerebbe principalmente sullo studio delle interazioni dei diversi sistemi della cellula.

3:

La biologia dello sviluppo è la branca della biologia che studia lo sviluppo degli esseri viventi dalla nascita alla morte . Se andiamo un po' più a fondo, dobbiamo dire che questa disciplina studia i processi attraverso i quali gli organismi crescono. Pertanto, si concentrerebbe sui controlli genetici della crescita cellulare, nonché sulla differenziazione e morfogenesi cellulare.

4:

La biologia marina è quella branca della biologia che è responsabile dello studio di tutti gli esseri viventi che abitano l'ambiente marino . Questa disciplina a sua volta comprende un elenco di specialità che si concentrano su campi più specifici. Quindi, possiamo evidenziare, ad esempio, l'ittiologia, che studierebbe direttamente i pesci; malacologia, che si occuperebbe dei molluschi; la psicologia, che si concentrerebbe sulle alghe; o cetologia, o lo studio dei cetacei.

5:

In Fisiologia si studiano le funzioni degli esseri viventi . Una branca che si occupa dello studio del sistema respiratorio, riproduttivo, nervoso, ecc. Allo stesso modo, all'interno della fisiologia, ea seconda del tipo di organismo vivente, possiamo distinguere tre gruppi, Fisiologia vegetale, Fisiologia animale e all'interno di quest'ultima, Fisiologia umana.

6:

La genetica è un'entusiasmante branca della biologia che cerca di studiare l'eredità biologica che viene trasmessa di generazione in generazione. È un ramo abbastanza complesso il cui principale oggetto di studio sono i geni, costituiti da segmenti di DNA e RNA.

7:

La zoologia è la disciplina preposta allo studio della vita animale . Come nel resto dei rami principali della biologia, troviamo alcune sottodiscipline come Acquariologia o Aracnologia, solo per citarne alcune.

8:

Abbiamo anche la Botanica , la disciplina della Biologia che si occupa direttamente dello studio delle piante. È un ramo molto ampio, poiché studia tutto ciò che ha a che fare con questo mondo vegetale. Così, attraverso di essa possiamo classificare, descrivere, identificare e conoscere la riproduzione, la morfologia o la fisiologia degli esseri naturali del mondo vegetale.

9:

L' ecologia è la branca della biologia che si occupa dello studio del rapporto che gli esseri viventi sul pianeta hanno con il loro habitat naturale . Verrebbe quindi studiato tutto ciò che influenza l'adattamento degli esseri viventi ai loro diversi habitat, come il clima o la geologia.

10:

Infine, troviamo anche la Microbiologia , una scienza o branca della biologia che si concentra sullo studio dei microrganismi , che sono gli esseri viventi più piccoli. Questi organismi sono completamente invisibili all'occhio umano, quindi possono essere visti solo attraverso l'uso di un microscopio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali sono le branche principali della biologia , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Carriere universitarie.

Torna su