Quanti dati usa la musica in streaming?

Oggi, le persone trasmettono musica e audio su una varietà di dispositivi: smartphone, tablet e altoparlanti a controllo vocale come Echo Dot di Amazon e i dispositivi Google Home. Usano servizi come Pandora, Spotify, Apple Music, Amazon Music, e altri per trasmettere la loro musica preferita. Ma quanti dati usa lo streaming musicale?

L’utilizzo dei dati dipende dalla qualità dello streaming

La quantità di dati utilizzati dai servizi di streaming musicale dipende dall’impostazione della qualità dello streaming nell’applicazione. L’impostazione della qualità si misura in bitrate, che è la velocità con cui i dati vengono elaborati o trasferiti. Più alto è il bit rate, migliore è la qualità della musica quando la si ascolta.

Per esempio, Apple Music arriva al massimo a 256 Kbps (kilobit per secondo), mentre Spotify Premium arriva a 320 Kbps. La maggior parte dei servizi permette di cambiare la qualità a seconda del tipo di abbonamento e del modo in cui si ascolta la musica (per esempio tramite Wi-Fi o rete mobile).

In termini di utilizzo dei dati, 320 Kbps s e si traduce in circa 2,40 MB per minuto di audio o 115,2 MB p o ora, quindi lo streaming di musica durante una giornata lavorativa di 8 ore consumerebbe quasi 1 GB di dati.

Ogni servizio di streaming è diverso

Quando si tratta di servizi di streaming musicale, ognuno ha tassi di qualità leggermente diversi. In alcuni casi, questo è dovuto ai tipi di file musicali che usano; in altri, è basato sul livello di abbonamento di ogni cliente.

Quanti dati usa Pandora?

  • Pandora Free: La connessione Wi-Fi trasmette musica a 128 Kpbs e utilizza circa 60-70 MB all’ora.
  • Pandora Free: I dati mobili trasmettono musica a 64 Kpbs automaticamente e utilizzano circa 30 MB all’ora.
  • Pandora Plus o Premium: I dati mobili o Wi-Fi utilizzano automaticamente 192 Kbps e consumano circa 90 MB all’ora.

Ogni account Pandora a pagamento pụ scegliere tra qualità di streaming bassa (32 Kpbs), standard (64 Kpbs) e alta (192 Kpbs), indipendentemente da come viene ascoltato.

Quanti dati usa Spotify?

Spotify offre diverse opzioni di qualità di streaming a seconda del livello di abbonamento dell’ascoltatore, piuttosto che del dispositivo su cui si ascolta. Sia gli account gratuiti che quelli premium hanno livelli di streaming automatici, bassi, normali e alti, mentre gli account premium hanno un’opzione «molto alta» in aggiunta.

Non importa se ascolti sul tuo desktop, smartphone o tablet, Spotify trasmette musica in streaming:

  • Automatico (gratuito e premium): Spotify regola la qualità dello streaming a seconda della tua connessione di rete.
  • Basso (gratuito e premium): Trasmette musica a 24 Kbps e utilizzerà circa 90 MB all’ora (o 0,09 GB all’ora).
  • Normale (gratuito e premium): Trasmette musica in streaming a 96 Kbps e utilizza circa 345 MB all’ora (o 0,35 GB all’ora).
  • High (free e premium): Trasmette musica in streaming a 160 Kbps e utilizzerà circa 576 MB all’ora (o 0,6 GB all’ora).
  • Molto alto (solo premium): Trasmette musica in streaming a 320 Kbps e utilizzerà circa 1,2 GB all’ora.

Quanti dati usa Amazon Music?

Amazon non ha rivelato ufficialmente la qualità dello streaming del suo servizio musicale disponibile per i membri Prime o il servizio autonomo Amazon Music Unlimited. Il consenso generale su Internet è che le opzioni di qualità audio vanno da 48 Kbps a 320 Kbps, a seconda della qualità del flusso.

All’estremità bassa, usereste circa 175 MB o 0,175 GB all’ora, mentre all’estremità alta, usereste circa 1,2 GB all’ora.

Quanti dati usa Apple Music?

A differenza degli altri servizi di streaming musicale, Apple Music trasmette in streaming a 256 Kbps non importa come lo ascolti, il che significa che useresti circa 1 GB all’ora.

Quanta musica puoi ascoltare in streaming con il tuo piano dati?

Sulla base delle informazioni di cui sopra, ecco la quantità di dati che useresti su una varietà di piani.

Con un piano dati mobile da 2 GB, puoi trasmettere fino a:

  • 47 ore di musica di bassa qualità
  • 28 ore di musica di qualità normale
  • 17 ore di musica di alta qualità

Con un piano dati mobile da 5 GB, puoi trasmettere fino a:

  • 47 ore di musica di qualità normale
  • 17 ore di musica di alta qualità

Con un piano dati mobile da 5 GB, puoi trasmettere fino a:

  • 117 ore di bassa qualità
  • 70 ore di qualità normale
  • 42,5 ore di alta qualità

Con un piano dati mobile da 10 GB, puoi trasmettere fino a:

  • 234 ore di musica di bassa qualità
  • 140 ore di musica di qualità normale
  • 85 ore di musica di alta qualità

Strategie e strumenti per gestire l’utilizzo dei dati

A meno che tu non abbia dati mobili illimitati sul tuo piano smartphone, vorrai imparare come gestire l’utilizzo dei dati per lo streaming musicale.

Streaming solo su Wi-Fi La prima opzione è quella di trasmettere la musica solo quando si è connessi al Wi-Fi. Oltre al risparmio nell’uso dei dati, i segnali Wi-Fi sono in genere più robusti, quindi non soffrirai di degrado del segnale o di bitrate di scarsa qualità. I fornitori di servizi Internet possono ancora ottimizzare la vostra larghezza di banda, ma non allo stesso livello della vostra compagnia di telefonia mobile.

Aggiorna il tuo account di streaming musicale. Alcuni, come Pandora e Spotify, offrono bitrate di qualità superiore agli ascoltatori paganti, ma offrono anche più opzioni di ascolto. Personalizza le tue playlist, scarica intere canzoni o album e molto altro, con il tuo account a pagamento.

Imposta la tua applicazione di streaming per l’ascolto offline. La maggior parte dei servizi di streaming musicale offre la possibilità di scaricare contenuti audio per l’ascolto offline. Questo è perfetto per i momenti in cui non è possibile connettersi a una rete Wi-Fi o una rete Internet mobile per streaming in tempo reale.

A seconda del servizio che usi e del livello di abbonamento che hai, puoi scaricare diversi contenuti audio. Per esempio, Pandora permette di scaricare certi contenuti, mentre Spotify permette di scaricare fino a 10.000 canzoni. La maggior parte dei servizi richiede anche di mantenere l’abbonamento per continuare ad ascoltare la musica che avete scaricato. Una volta che l’abbonamento scade, le canzoni vengono cancellate dal tuo account/applicazione.

Utilizzare un’applicazione di gestione dei dati. Per gli utenti di dispositivi mobili, ci sono applicazioni di gestione dei dati che si possono installare per controllare l’uso dei dati. Queste applicazioni monitorano il tuo utilizzo e ti avvisano prima di esaurire i dati. Alcune applicazioni di gestione dei dati da considerare sono:

  • My Data Manager (Android e iOS)
  • RadioOpt Traffic Monitor (Android e iOS)
  • Data Usage (Android e iOS)
  • Data Usage (Android e iOS)
  • Data Usage (Android e iOS)
  • DataMan Next (iOS)
  • Glasswire Data Usage Monitor (Android)
  1. Trasmettere solo attraverso Wi-Fi . La prima opzione è quella di trasmettere musica in streaming solo quando si è connessi al Wi-Fi. Oltre al risparmio nell’uso dei dati di cui godrai, i segnali Wi-Fi tendono ad essere più robusti, quindi non soffrirai di degrado del segnale o di bit rate scadenti. I fornitori di servizi Internet possono ottimizzare la tua larghezza di banda, ma non allo stesso livello della tua compagnia wireless.

  2. Aggiornare l’account di streaming musicale . Alcuni, come Pandora e Spotify, offrono bitrate di qualità superiore agli ascoltatori pagati, ma offrono anche più opzioni di ascolto. Personalizza le tue playlist, scarica intere canzoni o album e molto altro, con il tuo account a pagamento.

  3. Impostare l’applicazione di streaming per l’ascolto offline . La maggior parte dei servizi di streaming musicale offre la possibilità di scaricare contenuti audio per l’ascolto offline. Questo è perfetto per i momenti in cui non è possibile connettersi al Wi-Fi o a una rete internet mobile per lo streaming.

    A seconda del servizio che stai usando e del livello di abbonamento che hai, puoi scaricare diversi contenuti audio. Per esempio, Pandora rende certi contenuti idonei al download, mentre Spotify permette di scaricare fino a 10.000 canzoni. La maggior parte dei servizi richiede anche di mantenere l’abbonamento per continuare ad ascoltare la musica che avete scaricato. Una volta che l’abbonamento scade, le canzoni vengono cancellate dal tuo account/applicazione.

  4. Utilizzare un’applicazione di gestione dati . Per gli utenti di dispositivi mobili, ci sono applicazioni di gestione dei dati che si possono installare per monitorare l’utilizzo dei dati. Monitoreranno il tuo utilizzo e ti avviseranno prima che tu finisca i dati. Alcune applicazioni di gestione dei dati da considerare sono:

    • My Data Manager (Android e iOS)
    • RadioOpt Traffic Monitor (Android e iOS)
    • Data Usage (Android e iOS)
    • DataMan Next (iOS)
    • Glasswire Data Usage Monitor (Android)
  5. Traccia l’utilizzo nell’applicazione del tuo operatore mobile. L’ultima strategia per monitorare l’utilizzo dei dati è quella di utilizzare l’applicazione del tuo fornitore di servizi mobili. La maggior parte di loro offre la possibilità di tracciare l’utilizzo dei dati in tempo reale attraverso le loro applicazioni, oltre a inviare notifiche una volta raggiunti livelli di utilizzo predeterminati. Per esempio, T-Mobile invia un messaggio di testo all’80% e al 100% di utilizzo di qualsiasi servizio (testo, voce o dati), mentre Sprint invia un messaggio per la maggior parte dei piani al 75%, 90% e 100% di utilizzo di qualsiasi servizio. Servizio. Controlla con il tuo operatore wireless per scaricare l’applicazione con il tuo marchio.

Related Stories

Llegir més:

Amazon Music Unlimited vs. Amazon Prime Music

Uno dei vantaggi dell'iscrizione ad Amazon Prime è Prime Music, un servizio di streaming...

Come ottenere i frammenti di stelle in Animal Crossing

Uno dei piaceri più semplici di Animal Crossing : New...

Come scannerizzare documenti con il tuo telefono Android o...

Le funzioni aggiornate di iOS e Google Drive ti permettono di scannerizzare documenti...

Come usare il mirroring dello schermo (Miracast) in Windows...

Cosa devi sapere Vai al Centro Azioni ...

Come usare WhatsApp su Android

Essendo una delle applicazioni di messaggistica istantanea più popolari, vale la pena avere WhatsApp...

Il Nintendo Switch è gratis?

Nonostante la sua lunga storia di region locking , Nintendo ha cambiato il...